3 anni fa . 08/08/2016 23:57

Palio di San Donato 2016

Palio di San Donato 2016

Il Palio di San Donato consisteva in un confronto di arcieri, balestrieri ed in seguito archibugieri, in rappresentanza di borghi cittadini e di altre città o castelli. A tali prove si aggiungevano quelle della corsa a piedi e a cavallo, in una cornice di fastosi intrattenimenti, con grande affluenza di nobili e popolani. La competizione vedeva contendenti di svariata provenienza, oltre che una massiccia presenza di udinesi, giungevano rappresentanti anche da Treviso, Venezia e Muggia. Alla gara del 1548 si iscrissero 79 partecipanti. Le corse a cavallo si svolgevano di preferenza su un percorso che si snodava dal campanile del Duomo fino alla pietra, detta della corsa, oltre l'abitato di Gagliano, cippo tutt'ora esistente. I premi per i vincitori consistevano in preziosi tessuti e, anche per il valore di questi, il palio era un trofeo molto ambito. Affinché fossero adeguati all'importanza ed al prestigio della città, non si badava a spese: se necessario si acquistavano a Venezia. Nel 1484 il palio del Comune, esposto per essere balestrato, era di panno; poteva trattarsi anche di damasco cremisino, damasco giallo od altro, sempre comunque della migliore qualità. L'ultimo classificato riceveva la proverbiale porcellina, oppure uno sparviero o un gallo. A partire dall'anno 2000 la tradizione secolare del Palio è stata riproposta con grande successo in tutto il suo splendore.

PROGRAMMA

Venerdì 19 Agosto 2016

Dalle 18.30 le TAVERNE accolgono i forestieri mentre le vie e le piazze si illuminano di colore e si animano di festa con cortei, tamburi, musici, animazioni, giocolieri, menestrelli e sputafuoco.

Alle 19.30 «IN TABERNA QUANDO SUMUS» musica medievale con i Finis Terrae. 
Alle 20.00 «LIBERO DI RIDERE» arte di strada con i Ratatuie. 

Alle 21.00 ACCOGLIENZA DEL PALIO NEL DUOMO e BENEDIZIONE DELLA CITTA' CON LE RELIQUE DEL SANTO PATRONO DONATO: dalla chiesa di San Martino il Palio, scortato da tamburi e armigeri e accompagnato da cortei di nobili e popolani, attraversa i borghi aprendo ufficialmente il torneo cittadino.

Alle 21.30 «LA CORTE DEI MIRACOLI» arte di strada con i Retroscena.
Alle 22.30 SPETTACOLO dei Tamburi Medioevali da Guerra di Cividale.

Alle 23.00 «IN TABERNA QUANDO SUMUS» musica medievale con i Finis Terrae.


Sabato 20 Agosto 2016

Dalle 9.30 X° TORNEO COMANDANTE MARK: gara internazionale itinerante di tiro d’arco storico nelle poste di piazza Duomo, Giardino Costantini (Borgo Duomo), Mulinuss (Borgo San Pietro), Castello Canussio (Borgo San Domenico), giardino del Convitto Nazionale Paolo Diacono (Borgo di Ponte), Ex Orto delle Orsoline (Borgo Brossana), a cura del Gruppo Storico Forojuliense; alle 15.00  Premiazione nella sala del Consiglio del Municipio.

Dalla tarda mattinata le TAVERNE offrono agli avventori prelibatezze medievali accompagnate da bevande e infusi aromatizzati, mentre le voci dei mercanti attirano i visitatori verso i ricchi e colorati banchi dei MERCATINI medievali dislocati lungo le piazze della città.

Dalle 15.30 fino a notte fonda SPETTACOLI nelle vie e nelle piazze cittadine: giullari, giocolieri, tamburi, musici, cavalieri nella libera e giocosa follia di un giorno di festa.
Alle 15.30 «IN TABERNA QUANDO SUMUS» musica medievale con i Finis Terrae.
Alle 16.00 «I MUSICI DI LILLIPUT» arte di strada con i Giullari del Diavolo.  

Alle 16.45 GARA DI TIRO CON L’ARCO, la cronaca della gara sarà intervallata da brevi cenni storici sull'arte del tiro con l'arco e balestra a cura del Gruppo Storico Forojuliense. La gara è valida per l’assegnazione del Palio di San Donato. (In caso di maltempo le gare si svolgeranno nella Palestra Martiri della Libertà di Via Udine).

Alle 18.15 CORTEO PATRIARCALE: donzelle, nobili e cavalieri, armigeri e popolani accompagnano i campioni dei borghi che si contenderanno il Palio.

Dalle 18.30 lungo le vie della Città Ducale GARA DI CORSA PEDESTRE A STAFFETTA «TROFEO DEI BORGHI DI CIVIDALE» avvincente rievocazione della tradizionale staffetta tra fanciulli e campioni di ogni borgo a cura dell’ACLI Cividale. La gara è valida per l’assegnazione del Palio di San Donato. Alle 20.00 premiazioni della corsa.

Alle 20.30 «IN TABERNA QUANDO SUMUS» musica medievale con i Finis Terrae.
Alle 21.00 «FRATELLI» spettacolo della Compagnia d’Arme “Cavalieri di San Giovanni”.
Alle 22.00 «AMOR MI FA CANTAR» - Giochi, canti e racconti in allegrezza stando con i Giullari dell'Allegra Brigata.
Alle 22.30 «MAGNIFICHE RULLATE DI BATTAGLIA» con i Tamburi Medioevali da Guerra di Cividale, i Tamburi della Dama Castellana di Conegliano e i Tamburi di Valvasone.

Domenica 21 Agosto 2016

Alle 10.30 nel Duomo di Santa Maria Assunta Santa Messa solenne in onore di San Donato patrono della Città. Per l’occasione nella Chiesa è esposto il busto reliquiario del Santo, opera di oreficeria del  XIV secolo.
Alle 11.30 presso il Duomo ONORI AL «PALIO DI SAN  DONATO» e CORTEO SOLENNE lungo le vie della Città.

Dalla tarda mattinata TAVERNE e MERCATINI medievali aperti.

Dalle 15.00 fino a notte fonda SPETTACOLI nelle vie e nelle piazze cittadine: giullari, giocolieri, tamburi, musici, cavalieri nella libera e giocosa follia di un giorno di festa.
Alle 15.00 «RULLATE» con i Tamburi di Valvasone.
Alle 15.30 «IN TABERNA QUANDO SUMUS» musica medievale con i Finis Terrae.
Alle 16.15 FATTI E MISFATTI ALL'EPOCA DEL PALIO, il giullare Tornello da Rabatta svela segreti, detti e ciance sul Palio del passato e del presente.

Dalle 16.45 in piazza Duomo GARA DI TIRO CON LA BALESTRA la gara è valida per l’assegnazione del Palio di San Donato. La cronaca della gara sarà intervallata da brevi cenni storici sull’arte del tiro con l’arco e la balestra, a cura del Gruppo Storico Forojuliense. (In caso di maltempo le gare si svolgeranno nella Palestra Martiri della Libertà di via Udine).

Al termine della gara giunge in piazza il Palio di San Donato scortato da tamburi e armigeri e accompagnato da nobili e popolani per essere assegnato al Borgo vincitore.

A seguire TENZONE DELLA CELATA gara di tiro con l’arco e la balestra. Sfida tra i campioni dei borghi che si contenderanno, con il sostegno dei rumorosi e coloratissimi borghigiani, l’ambito premio, a cura del Gruppo Storico Forojuliense.

Dalle 19.45 in piazza Duomo premiazioni e CONSEGNA DEL PALIO DI SAN DONATO AL BORGO VINCITORE nelle gare di corsa pedestre e di tiro con l’arco e la balestra. Il Palio verrà esposto per un anno nella chiesa del Borgo vincitore delle gare.

Alle 20.30 «LE STORIE DI TORNELLO IL GIULLARE» con i Gallistriones.
Alle 21.00 «GIULLARATE» giocoleria, fuoco, sputafuoco, acrobatica e musica dal vivo con I Giullari dell'Allegra Brigata e I Giullari del diavolo.
Alle 22.00 SPETTACOLO dei Tamburi Medioevali da Guerra di Cividale.

A fine serata «SUONI E COLORI DEI FIORI DI FUOCO»: sul Natisone le FRECCE INCENDIARIE, a cura del Gruppo Storico Forojuliense, al suono dei Tamburi Medioevali da Guerra di Cividale e i Tamburi di Valvasone, daranno inizio allo SPETTACOLO PIROTECNICO.

Commenti del post

Non ci sono commenti per il post