13-Apr . 13/04/2017 13:25

Aromaterapia e oli essenziali

È dunque una pratica olistica che influisce positivamente sui processi mentali, fisiologici e spirituali ed è usata per la cura di alcuni sintomi morbosi come tosse e raffreddore, ma anche per il semplice piacere di un profumo alternativo a prodotti chimici per ambienti.

 

Cosa sono gli oli essenziali?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli oli essenziali o oli eterici sono uno dei sorprendenti estratti vegetali aromatici ( cioè ricchi di essenze), la natura mette a disposizione per la cura del nostro benessere, essi determinano l’odore della pianta, definiti semplici profumi naturali.

Sono miscele oleose di sostanze organiche estratti tramite distillazione o spremitura di una o più tipologie di piante.

Si possono ottenere ogni volta che schiacciamo una foglia o un fiore e rimane una sostanza oleosa che sprigiona un profumo.

Alcuni oli essenziali sono facilmente estraibili come l’olio essenziale di arancio, mentre altri come rosa e melissa occorrono decine di chilogrammi per estrarne pochi grammi.

Si trovano nelle radici, nel fiore, nelle foglie, nella corteccia della pianta.

Gli oli essenziali sono volatili, odorosi, che non hanno in niente in comune con gli altri oli presenti in natura e si disperdono facilmente nell’ambiente.

 

Impiego oli essenziali: aromaterapia

Il principale uso degli oli essenziali è nell’aromaterapia.

Questo trattamento naturale si basa sulla sensazione che i profumi trasmettono al nostro sistema nervoso, fino a produrre nel nostro organismo endorfine, serotonina etc.., ormoni cosiddetti del buonumore e hanno un effetto benefico psicofisico.

Psicologicamente, alcuni degli effetti che gli oli essenziali producono sono:

- diminuire lo stress 

- rilassanti e conciliare il sonno

- ridurre la tensione muscolare

- regalare lucidità

- coinvolgere l’emotività, la memoria, la sensibilità e le aree cognitive correlate

- antidepressivi

 

Favorire la meditazione con gli oli essenziali.

Tra gli effetti fisici si possono elencare:

- curare malattie e sintomi

- disinfettanti  

- velocizzano la cicatrizzazione di ferite e in caso di ustione

- depurativi

- stimolanti e diuretici

- curano tosse, mal di gola, raffreddore e asma ( tramite inalazione)

Gli oli essenziali sono usati anche per la cura della pelle, per la bellezza del corpo e la casa.

Nell’ultimo caso sono impiegati nei detergenti, negli ammorbidenti per il bucato, negli spray antimuffa, antizanzare e deodoranti per ambiente come i diffusori e nei disinfettanti per porte e finestre.

L’aromaterapia degli oli essenziali è particolarmente indicata per la cura della pelle, è un vero e proprio trattamento di bellezza.

Svolgono un azione di rigenerazione cellulare che porta innumerevoli benefici per tutti i tipi di pelle.

Riequilibra l’epidermide in caso di disturbi.

Per la salute della pelle è consigliato l’olio di oliva che ha notevoli proprietà antiossidanti e antinfiammatori grazie all’elevato contenuto di vitamine.

L’olio essenziale di lavanda è particolarmente utilizzato per i trattamenti della pelle in quanto promuove la rigenerazione cellulare e ha effetti equilibranti. Indicato nei casi di acne, psoriasi e ustioni.

Il limone favorisce l’eliminazione delle cellule morte e ridona luce alla pelle.

Il rosmarino è impiegato per combattere il rilassamento cutaneo rassodando l’epidermide, mentre il sandalo ha proprietà emolienti molto utile in caso di pelle secca, disidratata o eczematosa. 

Camomilla e geranio ideali per una detersione profonda della pelle.

E ancora olio di rose, di neroli e molti altri oli essenziali sono usati per il trattamento della cute, come anticellulite e antismagliature, una vera fonte di bellezza e di salute.

Gli oli essenziali per la cura della pelle sono impiegati nella cosmesi, per la produzione di creme e lozioni e preparazioni di oli contenenti oli essenziali diluiti in oli vegetali puri come olio di mandorle dolci e di avocado, olio di jojoba.

Queste miscele sono usate come oli nei massaggi ed  è utile per prevenire reazioni allergiche agli oli essenziali in soggetti particolarmente sensibili.

Altro modo di impiego degli oli essenziali nell’aromaterapia è la produzione di prodotti per un bagno caldo aromatico che sfruttano cosi al meglio i benefici degli oli essenziali.

Agli effetti positivi dell’acqua si unisce l’attività rilassante, lenitiva, stimolante, tonificante, anticellulite e trattamento di inestetismi della pelle di questi oli.

 

Effetti collaterali

Come si è visto sono molti i benefici dell’aromaterapia, tuttavia esistono delle controindicazioni, anche molto dannosi in alcuni casi, che è bene non sottovalutare. 

Come primo avvertimento, è necessario utilizzare oli essenziali puri , le essenze sintetiche non sono curativi e possono essere molto dannosi.  

Un alto dosaggio di oli essenziali possono causare intossicazione fino ad avvelenamento della cute con sintomi quali spasmi e convulsioni.

Inoltre quantità elevate può causare allergia, irritabilità della pelle.

Alcuni costituenti presenti negli oli essenziali come i fenoli sono particolarmente raccomandati per un loro uso limitato per le problematiche che potrebbero causare come irritazione renale e lesioni delle mucose del tubo digerente.

La somministrazione degli oli essenziali può avvenire anche orale ad esempio tramite gocce.

Non tutti gli oli sono adatti per uso interno e non devono essere assunti puri, ma accuratamente diluiti in una base che può essere miele, arancia, latte caldo, zucchero.

Anche qui è importante controllare le dosi giornaliere per non incorrere in intossicazione e avvelenamento interno. 

Il prodotto naturale non è sempre garanzia di sicurezza, come nel caso degli oli essenziali in quanto sono altamente concentrati; è molto utile utilizzarle nelle quantità giuste e informarsi prima di usare o assumere qualsiasi tipo di olio.

La conoscenza è alla base della prevenzione e del nostro benessere.

Commenti del post

Non ci sono commenti per il post